Parco centrale del lago dell’Eur

Fai la differenza c’è…Circustenibile incontra il Parco Centrale del Lago dell’Eur.

L’ultima tappa di Fai La differenza, c’è… Circustenibile è nel Parco Centrale del Lago dell’Eur.

Il Parco Centrale del Lago ha un grande valore paesaggistico, oltre che storico ed ambientale. Previsto nel 1937 come focus dell’E 42, la sua realizzazione non si effettua che in occasione delle Olimpiadi del 1960. Il Laghetto dell’Eur è un bacino artificiale che occupa una superficie di 85.120 mq con una profondità massima di circa 3 metri; presenta una conformazione a vasche successive nelle quali viene immessa l’acqua da più punti situati sul lato sud mentre l’uscita è assicurata da bocche di sfioro disposte lungo gran parte del lato nord. La preziosità del disegno di De Vico sta nel suo valore scenografico – è il fondale che si offre a chi esce dalla città percorrendo via Cristoforo Colombo - e panoramico. Stretto è il rapporto con il Teatro Verde di De Vico che lo fronteggia sulla sponda opposta e, sul retro, con il Palasport disegnato da Nervi. Il Parco del Lago ospita una ricca varietà di vegetazione tipica dell’ambiente mediterraneo: cedri del Libano, pini, palme, lecci, taxus disticum, siepi nonché esemplari isolati di Taxus Baccata, lauroceraso, ligustrum e pittosporo. Si segnala, in particolare, la presenza degli splendidi Ciliegi del Giappone, donati dalla città di Tokyo, che in primavera con la loro ricca fioritura vivacizzano tutto il percorso della Passeggiata del Giappone che costeggia il lago. Le specie ittiche più comuni nel lago sono: Carassio (Carassius), Carpa (Cyprinus carpio), Gambusia (Gambusia affinis), Persico sole (Lepomis gibbosus), Persico trota (Micropterus salmoides). Dal 1970 ad oggi, inoltre, sono state effettuate ripetute immissioni di: Trota iridea (Oncorhynchus mykiss), Cavedano (Leuciscus cephalus), Scardola (Scardinius erythrophthalmus), Savetta (Chondrostoma soetta), Tinca (Tinca tinca). Oltre a una numerosa colonia di tartarughe, sul lago sono presenti molti stormi di uccelli, in particolare Anatidi e Gabbiani.

È un punto di ritrovo per sportivi, anziani, famiglie, giovani per i quali è difficile “sfuggire” alla tentazione di fermarsi ad ascoltare buona musica, partecipare a un curioso e divertente laboratorio, assistere a uno spettacolo o comunque cogliere l’occasione per incontrarsi e socializzare.

Da venerdì 14 a Domenica 16 Settembre le attività culturali di Fai la differenza, c’è… Circustenibile incontreranno le attività ludico-sportive della gemellata Re Boat Roma Race.

 

I laboratori di lingua inglese sulla sostenibilità 
Le parole della sostenibilità espresse con la scuola d’inglese per bambini Kids & Us.

 

Il Plexi Labirinth
In un Labirinto d’Arte, questa volta realizzato in plexiglass recuperato e riciclato dalla scenografa Daniela Dazzi, i più giovani potranno vivere un percorso d’esplorazione e conoscenza.

 

L’EURienteering Tour 
Un viaggio di scoperta e conoscenza per valorizzare il territorio naturale, urbanistico e architettonico dell’EUR, condotto dall’Associazione ARTEFACTO. L’EURienteering è un’occasione per conoscere e valorizzare il territorio naturale, urbanistico e architettonico dell’EUR e prende spunto dall’Orienteering che è una prova sportiva in cui bisogna orientarsi in un percorso predefinito caratterizzato da punti di controllo definiti "lanterne" e si partecipa con l'aiuto esclusivo di una bussola e di una cartina topografica. Esploreremo, con l’aiuto dell’Associazione ARTEFACTO, il territorio dell’E42 - oggi EUR - usando bussole, carte e trovando lungo il cammino i punti di controllo: al posto delle lanterne gli scorci e gli edifici più belli di questa zona.
Un viaggio su prenotazione da non perdere, alla scoperta dell’arte, della cultura, delle tradizioni e dell’architettura di un quartiere di Roma che più di ogni altro è diventato il ponte ideale tra storia e innovazione. Un’avventura davvero emozionante che si potrà godere su prenotazione in tre appuntamenti diversi: mattina e pomeriggio di Sabato 15 Settembre e la mattina di Domenica 16 Settembre.
Scopri AL LINK come prenotarsi all’EURienteering Tour.

 

RE-MUSIC IN THE LAKE
I NO FUNNY STUFF accompagnano i partecipanti e gli spettatori della regata riciclata con della buona musica di una folle Jug Band.
Così sulle sponde del Lago dell’Eur ascolteremo il sound di una Jug Band italo/americana che sorprende con i suoi bizzarri strumenti fatti in casa con contenitori di fortuna, manici di scopa, seghe, assi per lavare i panni, pentole, lattine, innaffiatoi da giardino e quant’altro. Il loro genere è una esplosiva miscela di Country Blues, Ragtime, Early Swing anni ’20/’30, Vaudeville, Bluegrass e Skiffle. La scaletta si compone di pezzi originali, Hokum e reefer blues degli anni ’20 reinterpretati con un tocco di modernità e brani pop e rock stravolti negli arrangiamenti e riportati indietro nel tempo con un suono retrò. Lo spettacolo dall’incredibile impatto di intrattenimento proporrà un’esibizione in stile busker.

 

OPERA D'URBAN ART SOCIALE di MATTERO GIOVANNONE "LA VITA È UN CAPOLAVORO, LA GUERRA UN FOLLE SALTO NEL BUIO" PER LA CAMPAGNA  STOP ALLE BOMBE SUI CIVILI.
L’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra - l’ente che per legge rappresenta e tutela in Italia le vittime civili di guerra - promuove la Campagna lanciata da INEW - International Network on Explosive Weapons - “Stop bombing towns end cities” presente in tutta Italia con lo slogan “Stop alle Bombe sui civili”.

La Campagna che si rivolge ai singoli stati e agli organismi internazionali chiede di:
• riconoscere che l’uso di ordigni esplosivi nelle aree popolate tende a causare gravi sofferenze alle persone e alle comunità, sia in modo diretto, sia per i danni creati alle infrastrutture vitali;
• impegnarsi per rivedere e rendere più stringenti le regole e le prassi nell’uso delle armi esplosive, rendendo altresì disponibili i dati sul loro utilizzo e sui loro effetti;
• attivarsi per garantire il pieno rispetto dei diritti delle vittime e dei sopravvissuti;
• individuare dei principi universalmente accettati per proibire o limitare l’uso di armi esplosive nelle aree densamente popolate.

È in questo contesto che FAI LA DIFFERENZA, C’È... CIRCUSTENIBILE sostiene l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra nella promozione e diffusione della Campagna “Stop alle Bombe sui civili” e nell’opera di sensibilizzazione verso le “Governance”. I temi della Campagna non saranno note astratte e lontane da noi ma si concretizzeranno nell’installazione di un’opera d’arte che verrà realizzata dal giovane artista Matteo Giovannone, Founder della Start Up Sekkei Design Sostenibile che realizza arredi e complementi di arredo di design in cartone.
Come spiega l’artista “La percezione fa parte della nostra vita; il modo in cui percepiamo gli oggetti, le distanze e le informazioni, ci consente di capire come viviamo, come ci relazioniamo con gli altri e con noi stessi. È per questo che genero delle opere che interagiscono con il pubblico che può toccarle con mano diventando parte integrante dell’opera”. Il progetto opera d’arte, installazione, pensiero in movimento, raccoglie tutte le parole che si possono scrivere su temi come la guerra, i conflitti, le sofferenze; temi impervi e intrisi di significati che parlano attraverso i movimenti, i gesti, immobili ma umani di centinaia di braccia, mosse per far muovere un’idea.
Nella pratica, utilizzando il cartone, Matteo Giovannone ha creato una vera e propria armata, senza armi, che stazionerà come colonna e piramide come boa galleggiante per la regata, ma anche che sarà in mezzo al pubblico, con il suo messaggio, immobile e solenne, a rappresentazione fisica dei valori dell’Associazione stessa, messaggio che verrà tatuato sulla pelle dell’installazione.

LUPETTO E ROSSO CAPPUCCETTO #tuttaunaltrafavola
Spettacolo teatrale
Cappuccetto Rosso oggi, nell’epoca dei social network, dell’alimentazione biologica, dei selfie e della musica pop, sarebbe stata tutta un’altra favola? Secondo la tradizione che si tramanda da centinaia di anni, Cappuccetto Rosso è una dolce e timida bambina che, portando un cestino di vivande alla nonna ammalata, si perde nel bosco e fa un brutto incontro con l’affamato lupo cattivo... Ma se i protagonisti di questa storia si fossero incontrati oggi, nell’epoca dei social network, dell’alimentazione biologica, dei selfie e della musica pop, sarebbe stata tutta un’altra favola? Una bambina intraprendente e alla moda, un lupo vegetariano e gentile, un’arzilla nonnina e un cacciatore innamorato, affrontano con ironia e senza pregiudizi i temi dell’amicizia e delle diversità.

EVO IN FABULA 
Spettacolo itinerante
La compagnia de I Guardiani dell’Oca, grazie alla sua versatilità artistica e organizzativa, farà rivivere gli usi e i costumi di un periodo storico da sempre ricco di grande fascino. Lo spettacolo propone un divertente ed emozionante viaggio nel periodo dell’età di mezzo con musici e attori. Tutte le azioni sceniche della compagnia porteranno lo spettatore a immergersi nella coinvolgente atmosfera delle feste di corte e di strada, quando l’intero borgo si popolava di dame, cavalieri, teatranti girovaghi e giullari. Lo spettacolo si dipanerà per il Parco allietando il pubblico con musiche, canti, interventi burleschi e strambotti poetici declamati da bardi di strada (con repertorio dal 1200 al 1500).