Centro Commerciale Euroma2

EUROMA2 è un Centro Commerciale unico dove le persone hanno l’opportunità di vivere un’esperienza ricca, gratificante, rilassante e coinvolgente. L’offerta che Euroma2 propone ai suoi visitatori è composta da oltre 200 negozi, appartenenti a tutte le categorie merceologiche del largo consumo e caratterizzati dalle migliori insegne, da 30 caffè e ristoranti, un parcheggio di oltre 4.000 posti auto e tante iniziative dedicate. Un Centro Commerciale che accoglie ogni giorno feriale tra i 18 e i 24.000 visitatori, arrivando a toccare i 60.000 nei week-end: una vera e propria piccola città! Uno spazio diffuso radicato nel territorio in cui poter incontrare tante persone, raccontando e proponendo in modo diverso cultura, arte, gioco e intrattenimento a tanto pubblico.

 

Dal 7 al 12 Settembre nel Tempio dello Shopping per eccellenza, portiamo la cultura della sostenibilità. In un luogo dove la logica del consumo è all’eccesso, i visitatori si confronteranno con un sistema completamente avulso dallo spazio che stanno vivendo e che al contrario parla di economia circolare, recupero e riuso, sviluppo sostenibile, attraverso diverse iniziative tra cui:

ECO-FAIR
Nello spazio diffuso del Centro Commerciale Euroma2, vengono presentate, illustrate, raccontate e toccate con mano - attraverso atelier, laboratori, incontri e workshop - le idee e le proposte di Artigiani, Artisti, Imprese, Start Up, Associazioni e Federazioni che promuovono i concetti di recupero e riuso, sostengono le teorie dell’economia circolare, la cultura e la filosofia dello sviluppo sostenibile. Una piccola/ grande Eco-Festa attraverso la quale tutte quelle organizzazioni che innovano, rispettando i criteri di sostenibilità, potranno farsi conoscere, illustrando la propria attività, promuovendo prodotti e/o le buone prassi che consentono di diffondere e sensibilizzare i cittadini sui temi del recupero, riuso e riciclo, nel rispetto dell’ambiente; sulle fonti d’energia pulite e rinnovabili e sulla conoscenza dei concetti di “sviluppo sostenibile del pianeta”.

RE COOK SHOW 
Un vero e proprio Show Cooking dedicato al Recupero della Tradizione, che coinvolgerà chef e food blogger per raccontare la storia di alcuni piatti della tradizione culinaria romana e laziale, e reinterpretare ricette a cui saranno associate poesie lette e interpretate da attori professionisti. RE COOK SHOW coinvolgerà alcuni imprenditori e produttori del mondo del “food & beverage” e della ristorazione, alcuni chef, blogger e appassionati di cucina che, con prodotti d’eccellenza alla mano, racconteranno la storia di alcuni piatti della tradizione culinaria mediterranea che verranno così “recuperati e reinterpretati” e prepareranno nuove ricette e pietanze unendo agli “scarti” di cucina i prodotti made in Italy di qualità. Sarà l’occasione per parlare di “sana nutrizione”. Saranno evidenziate inoltre le buone prassi dei
produttori sul tema degli imballaggi alimentari, sarà dato spazio alla lotta allo spreco alimentare.

I FAB/LAB POINT DELLA SOSTENIBILITÀ
I Fab/Lab Point saranno spazi che si caratterizzeranno e distingueranno ognuno per il proprio scopo; saranno così attivi:

        - il FAB LAB DELLO STORYTELLING
        Il FAB LAB DELLO STORYTELLING è lo spazio dedicato agli incontri, ai workshop e alla presentazione degli artigiani/artisti del riciclo e       delle start up innovative; è il luogo in cui le persone - imprenditori, artigiani e artisti del riciclo creativo, chef e food blogger, nutrizionisti e sportivi - si confrontano e possono parlare della loro idea di innovazione, di economia circolare e di sviluppo sostenibile, di salute e benessere.

        - il FAB LAB DEL RICICLO ITINERANTE
        Negli spazi di promozione dell'Eco-Fair, dedicati ai singoli artigiani e artisti del riciclo, si svolgono - nel rispetto di un palinsesto ben definito - laboratori e atelier di riciclo creativo, che guidano il pubblico alla scoperta dei segreti del riciclo artigianale e artistico.

         - FAB LAB I LABIRINTI D'ARTE
       In un Labirinto d'Arte realizzato in cartone riciclato dalla scenografa Daniela Dazzi e gestito dall'Associazione Il Clownotto, i più giovani possono vivere un percorso d'esplorazione e d'arte: un luogo dove si entra e si lasci un segno, sapendo che tutto si concluderà con il raggiungimento dell'uscita. Un gioco da leggere come metafora della vita dove ciò che conta non è solo il momento dell'entrata e dell'uscita, ma le emozioni, gli incontri e le scelte che avvengono durante il percorso; un contenitore ricco di attività dove si fà la conoscenza di opere che invitano ad essere visitate, giocate e vissute e che rendono gli incontri particolarmente coinvolgenti. 

         - FAB LAB DELL'INNOVAZIONE E DEL RICICLO
         "La città nuova inizia dove un bambino impara a costruire provando a impastare sabbia e sogni inarrivabili". Danilo Dolci

      A cura di Arciragazzi Lazio il laboratorio "La città nuova inizia dove un bambino..." propone la realizzazione del plastico del quartiere EUR, dalla sua fondazione ai giorni nostri, considerando tre principali fasi di sviluppo: la città antica (il passato), la città industriale (il presente), la città nuova (il futuro, ovvero la riconversione ecologica della città).
Il laboratorio prevede l'utilizzo di soli materiali di recupero, ma con l'inserimento delle nuove tecnologie, che prevedono la costruzione e l'innesto di piccoli robot teleguidati. Il laboratorio trae ispirazione dai versi di Danilo Dolci che fanno riferimento alla capacità costruttiva dei bambini e al loro concreto senso dell'utopia; qualità alle quali dovremmo attingere per immaginare una città del futuro liberata dalle problematiche che stanno uccidendo le città di oggi: inquinamento, eccessivo consumo di suolo e di energia, stili di vita insostenibili e altre patologie della vita urbana. 

LA FESTA DEI COLORI
SPETTACOLO ITINERANTE MUSICO-TEATRALE SU TRAMPOLI per recuperare l’allegria del Teatro di Strada.
Giganti dal comportamento apparentemente dignitoso, suonatori dall’incedere misterioso compariranno nel Centro Commerciale Euroma2, tra le vetrine colorate e le panchine per lasciare gioia ed allegria in ogni dove al loro passaggio. I personaggi dello spettacolo, che indossano frack e cilindri colorati, danzeranno per il loro pubblico creando insolite coreografie che colpiranno l’attenzione degli spettatori. Proporranno azioni comiche accompagnate da musiche e ritmi eseguiti dal vivo sempre con l’intento di mantenere forte e brillante il gioco teatrale per stimolare anche il coinvolgimento degli spettatori. Le musiche e i ritmi spazieranno dal repertorio sud americano, al dixieland, a quello popolare italiano. “La Festa dei Colori” aprirà le porte della fantasia per inventare immagini che introdurranno i presenti in altri mondi, come una sorta di miraggi a cui l’arte teatrale conferirà poesia e allegria. Il teatro di strada è uno strumento artistico molto peculiare ed importante perché entra direttamente nella vita quotidiana, alternandone la normale configurazione ed i ritmi vitali per creare illusioni e immagini sognanti di un mondo “altro” che affascina gli spettatori per il suo incanto. 

E infine disegni, collage e inaspettate “gufose” presenze nello spazio del Luneur Park.

CONTESTECO - PREMIO METRO NEWS 
Negli spazi del Centro Commerciale Euroma2 e sul canale Facebook dedicato, vengono presentate e esposte le opere scelte di CONTESTECO, l’esposizione e il concorso d’arte e design sostenibile + eco del web promosso dal free press nazionale METRO News, in cui appassionati d’arte e artisti professionisti, propongono opere realizzate con oggetti di recupero - in un’ottica di riuso e riciclo - e raccontano, attraverso il linguaggio universale delle arti e con un approccio “transmediale”, la quotidiana lotta per la difesa dell’ambiente, in linea con il concept dell’edizione 2018 ROMA CITTÀ APERTA... alla cultura della sostenibilità e all’economia circolare.
Ispirato al celebre film del 1945 diretto da Roberto Rossellini - considerato una delle pellicole più celebri e rappresentative del neorealismo cinematografico italiano - il concept ROMA CITTÀ APERTA costituisce, così come tale “corrente”, un passaggio storico importante, un punto di svolta di un comune sentire; una tendenza innovatrice che soffia su di un “clima” generale che investe la cultura e come per il neorealismo diventa il tentativo di descrivere la realtà di un Paese di fronte a sconvolgimenti epocali, a scelte importanti per il futuro e per una migliore qualità della vita per tutti.
Roma diventa così il simbolo di un Paese, di una Capitale e di una Metropoli pronta a cogliere e ad accogliere la cultura dell’economia circolare e dello sviluppo sostenibile.
Un’inversione di marcia rispetto al modello economico lineare, che prevede per ogni bene di consumo un ciclo di vita con un inizio e una fine, sostituito da un modello alternativo, che ha come parola chiave il riuso. Niente più rifiuti, ma beni e materiali che si trasformano in altri beni perché riciclati o rigenerati, riparati e riutilizzati. Il largo pubblico dei social e i visitatori del Centro Commerciale Euroma2 potranno partecipare attivamente scegliendo e votando le opere esposte e insieme alla Giuria Qualificata decreteranno i vincitori di quella che abbiamo voluto definire l’Arte della sostenibilità.